Inizia con lo studio del pianoforte classico, della chitarra, delle percussioni e prosegue la sua formazione integrandola con elettronica, avanguardia rock, rumorismo, improvvisazione e tecnica del suono; così nei suoi molteplici progetti dispone di un set polistrumentale riuscendo sia a suonare simultaneamente più strumenti (chitarra e basso, sintetizzatori e pad, cetra e voce ecc..) sia di fare OVER DUB live ossia di registrare in tempo reale parti appena suonate, rimandarle in play, processarle e armonizzarle ottenendo così la sonorità di una piccola orchestra senza l’aiuto di computer o di sequenze pre-registrate: proprio questa caratteristica gli ha permesso di esibirsi dall’Auditoriun al Palladium, da Villa Celimontana a vari Roma Europa Festival e altre manifestazioni nazionali e internazionali come il festival di Jazz ed elettronica a Tel Aviv. - Pubblica sia in Italia che all’estero diversi lavori con etichette indipendenti (Cavage, Idroscalo Dischi, Nocturnal Music, Scene Missing). - Compone colonne sonore per eventi cinematografici ed eventi teatrali, come, ad esempio, lo spettacolo del 2004 dello scrittore Alessandro Baricco: - Ha realizzato da produttore artistico dischi degli ZU, dei BRUTOPOP e di altri gruppi dell’avanguardie Romane nel suo Hombrelobo, studio di Registrazione all’interno del Brancaleone. - Organizza uno spazio di improvvisazione durante l’ultimo AGATHA di ogni mese chiamato Estreme Chillout Cinema (con ospiti che spaziano dal jazz all’elettronica) in cui si gioca nel miscelare l’elemento acustico, quello elettronico e quello video il tutto all’insegna dell’improvvisazione, mix questo che lo fa collaborare con musicisti quali:Marcello Allulli, Fabrizio Bosso, Luca Bulgarelli, Paolo Damiani, Alex Gwis, Gianluca Petrella, Filippo Paolini (aka Okapi), Marco Siniscalco e altri nomi sia del jazz che dell’ellettronica.